ELIANT rappresenta le persone che vogliono vivere in un Europa culturalmente diversa, con libertà di scelta per quanto

riguarda l’educazione, l'economia, la riforma sociale, l'agricoltura biologica e la medicina complementare o integrata.

Democrazia in Europa a sostegno dell’individuo e della comunità

Europa significa molteplicità, dal punto di vista culturale, economico e politico. Infatti l’Europa riunisce non solo maggioranze imponenti, ma anche minoranze qualificate. I sistemi che non stimolano la molteplicità si impoveriscono, diventano sempre più deboli, perdono il proprio potenziale creativo e innovativo. Finiscono per non riuscire più ad affrontare le sfide della vita e dello sviluppo ulteriore. Questo si osserva attualmente in particolare nei campi dell’agricoltura, della medicina, dell’ecologia, della finanza e della politica.

La Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea fa pertanto risaltare chiaramente l’equiparazione delle minoranze. L’articolo 2 del Trattato sull’Unione Europea afferma quindi anche i diritti delle persone che fanno parte di minoranze. Questi diritti vengono tuttavia frequentemente aggirati ed esclusi dalle leggi e dai regolamenti attuali. Così facendo, però, si mette in dubbio e si aggira  la Carta dei diritti fondamentali dell’UE.

ELIANT e i suoi partner dell’Alleanza si battono affinché la Commissione UE e il Parlamento UE tengano conto dei diritti delle minoranze nella formulazione delle leggi e dei regolamenti esistenti e nella redazione di nuove leggi e regolamenti. Solo in questo modo quanto viene realizzato in un Paese diventerà fruttuoso anche per altri Paesi.

Non è accettabile che prestazioni preziose per la società, come l’offerta della medicina e della terapia sociale antroposofica, la cultura educativa delle scuole Waldorf e Steiner, nonché l’agricoltura biodinamica vengano bloccate nel loro sviluppo dagli ostacoli burocratici dell’UE.

Link: Articolo 2

L'Unione si fonda sui valori del rispetto della dignità umana, della libertà, della democrazia, dell'uguaglianza, dello Stato di diritto e del rispetto dei diritti umani, compresi i diritti delle persone appartenenti a minoranze. Questi valori sono comuni agli Stati membri in una società caratterizzata dal pluralismo, dalla non discriminazione, dalla tolleranza, dalla giustizia, dalla solidarietà e dalla parità tra donne e uomini.