ELIANT rappresenta le persone che vogliono vivere in un Europa culturalmente diversa, con libertà di scelta per quanto

riguarda l’educazione, l'economia, la riforma sociale, l'agricoltura biologica e la medicina complementare o integrata.

Europa – ambito culturale per lo sviluppo individuale

L’Europa corre il rischio di essere logorata dalla tensione tra est e ovest – allo stato attuale corroborata dalla crisi dei migranti – nonché anche dalla perdurante crisi finanziaria. Occorre una nuova visione per un’idea europea forte dal punto di vista contenutistico, fondata sulla diversità e sulla ricchezza culturale, che possa agire sui numerosi e stratificati focolai di crisi apportando supporto e struttura.

L’Europa non è soltanto un’unione economica – attraverso le sue radici di cultura cristiana e la sua storia segnata da guerre e catastrofi umanitarie è diventata una comunità di valori. Il desiderio dell’uomo, globalmente percepito, di libera espressione della personalità e di giustizia sociale trova qui in modo particolare protezione e incentivo. La parità di trattamento tra uomo e donna, la tolleranza attiva nei confronti delle varie etnie, culture e confessioni religiose, che si sviluppano in maniera crescente negli Stati membri, rendono quest’area culturale un bene prezioso.

L’ideologia della sfrenata crescita monetaria ed economica si dimostra sempre più incompatibile con modalità di vita sane per gli esseri umani e per il globo. La vita consiste in divenire e passare, crescita, arresto e rinuncia – tutto a suo tempo e al luogo giusto. Aiutateci a rendere giustizia allo sviluppo dell’Europa – come ispirazione anche per altre comunità di popoli!

ELIANT s'impegna a favore dello sviluppo di questa cultura specificamente europea – nel campo della pluralità delle specie e della salubrità del terreno grazie all’agricoltura e alla ricerca sulle sementi biologiche e biologico-dinamiche. In campo scientifico promuoviamo il pluralismo metodologico, e in campo giuridico l’individuazione di condizioni quadro che consentano sviluppi individuali e garantiscano le possibilità di scelta a tal fine necessarie. A cosa serve, infatti, la libertà di voto se, p.es., nel campo della medicina si ostacola tramite regole giuridiche la medicina complementare, così che farmaci importanti non sono più reperibili nell’intera UE?

Qui può raggiungere la nostra pagina dei link, con indicazioni di iniziative culturali prestigiose.